Home » Luoghi da visitare » Villa del Balbianello

Villa del Balbianello

villa 

ll complesso del Balbianello è uno degli esempi più armoniosi di villa – giardino, il cui fascino, ancor più che da questo o quel dettaglio, si sprigiona dall’ambiente nel suo insieme, soprattutto se osservato dal lago. Edificata su di un promontorio del Lago di Como, il Dosso di Lavedo, la villa ha origini che risalgono al Settecento, il secolo che vide l’esplosione del fenomeno socio – culturale delle cosiddette ‘ ville di delizia’. Il genius loci in questo caso fu il cardinale milanese Angelo M. Durini, il quale, dopo aver trascorso lunghi periodi di nunzio pontificio all’estero, decise di trascorrere i suoi ultimi anni in uno dei luoghi più piacevoli della Lombardia, fra il “ lago di Diana “ ( il golfo di Campo ) e il “ lago di Venere “ ( Lenno ). Il prelato, pur possedendo già la villa del ‘ Balbiano ‘, pretese un sito più impervio e quasi isolato, dove ricevere personaggi frivoli, ma anche filosofi e letterati, come l’abate Parini che gli dedicò l’ode La Gratitudine. Il luogo fu amato e impreziosito anche dai proprietari successivi: i Porro Lambertenghi, gli Arconati Visconti e il famoso esploratore Guido Monzino, che nel 1988 lo donò al Fondo Ambiente Italiano. Se la casa giocò un ruolo importante, non minore fu quello del giardino, il quale peraltro non poteva aderire ai principi della formalità post – barocca, perchè l’ambiente naturale non l’avrebbe consentito. Prevalse dunque il disegno di impronta paesistica, che ancora oggi viene adottato e scrupolosamente perfezionato. villa2Di grande impatto è il patrimonio arboreo con lecci, platani, magnolie, cipressi, pini e faggi, alcuni dei quali sono potati in arte topiaria. Non mancano le piante profumate: glicini e Osmanthus, così come è giustamente decantato il rampicante Ficus pumila, che ricopre l’intero portico – loggiato, dove il Durini si dice amasse sorbire il suo caffè. Villa del Balbianello si trova a Lenno in via Comoedia, 5, l’apertura inizia dal 14 marzo e termina il 15 novembre, ultimo ingresso ai giardini mezz’ora prima della chiusura. Gli interni della villa sono visibili solo con visita guidata e, per ulteriori informazioni tel.: 0344 56110- fax 0344 55575. www.fondoambiente.it