Home » Rubriche » Medicina Estetica » Smile design: il Dott. Giuseppe Aronna e il sorriso vincente Con l’ausilio dei nuovi materiali e la nostra progettazione e tecnica possiamo ripristinare o disegnare i 7 criteri estetici del sorriso

Smile design: il Dott. Giuseppe Aronna e il sorriso vincente Con l’ausilio dei nuovi materiali e la nostra progettazione e tecnica possiamo ripristinare o disegnare i 7 criteri estetici del sorriso

aronna-webSpesso l’impatto con una persona è dato dal modo in cui questa si veste oppure si muove ma certamente, come sottolineano da sempre dagli americani ma anche gli esperti di comportamento, il sorriso è uno dei primi fattori che determinano il modo di presentarsi delle persone. In Italia , nella nostra mentalità, siamo sempre stati abituati a pensare ai denti come mezzo per mangiare ed alla loro cura solo in relazione al loro essere sani anche per evitare dolorosi mal di denti. Oggi non è più così, i denti sono anche importanti per la loro bellezza, per la loro estetica e quindi per il  bellissimo sorriso che sono in grado di farci sfoderare. Siamo andati a trovare uno dei massimi esperti italiani nell’estetica dentale creatore del cosiddetto “Smile Design Project”, il Dott. Giuseppe Aronna che quotidianamente nei sui studi di Milano, Roma e Napoli è impegnato a fare sì che i denti possano sempre di più essere il vero biglietto da visita delle persone.

Dott. Aronna, le vacanze sono ormai terminate, cosa possiamo consigliere ai nostri lettori in merito alla bellezza dentale?

Certamente , dobbiamo tenere presente che la prima cosa che dovremmo prevedere è sicuramente un check up dentale, con cui stabilire lo stato dei nostri denti dal punto di vista della salute ma anche la loro pulizia, colore e posizione, non dimenticando che le lunghe esposizioni al sole ed all’acqua di mare possono avere anche trascurato le gengive che sono importantissime e quindi una attenta osservazione dello stato dei nostri denti anche con l’ausilio di radiografie e laser per individuare carie anche nascoste sotto vecchie otturazioni oltre ad  un controllo anche dedicato alla sensibilità dei denti. Dott. Aronna, una delle prime cose che si pone in

evidenza è anche il colore dei nostri denti, cosa ne pensa?

Molte persone vedo che sono sempre più attente al fattore colore, ma prima di passare al lato estetico che tra poco avrò modo di affrontare, è importante eseguire un attento esame dedicato alle gengive, una  rossa  e gonfia è già indice di infiammazione  poi se sanguina con lo spazzolamento  la gengivite è di maggiore gravità. Un sondaggio ci permette di misurare in modo clinico il grado di infiammazione e la eventuale presenza di tasche parodontali indice di parodontite .Poi, dobbiamo  valutare il grado di igiene orale , controllo di placca e tartaro , infine ecco appunto il capitolo dedicato al colore dei denti ed eventuali pigmenti e discolorazione delle ricostruzioni in resina con microfratture dello smalto . A questo punto abbiamo un quadro completo della situazione e possiamo procedere conla nostra strategia di cura e di effetto estetico tanto oggi all’attenzione delle persone.

Che effetto le fa sapere che lei è stato veramente tra i primi ad occuparsi dell’estetica dentale, e la soddisfazione che prova nel sapere di essere tra i massimi esperti di questa specializzazione, testimoniata anche dalle numerose interviste sia cartacee che televisive che le vengono dedicate?

Oggi sono sempre maggiori le richieste estetiche e di ringiovanimento ed  in tutti sta crescendo il desidero di una bella  bocca   sana con denti chiari lineari ed armonici incorniciati da belle gengive .Ed è proprio interpretando questi desideri che abbiamo messo a punto delle  Linee Guida per un estetica al top. Seguendo questo decalogo è possibile ricostruire mantenere o migliorare il proprio sorriso .Grazie anche a materiali sempre più sofisticati nella tecnica e dall’alta valenza estetica di cui io mi avvalgo, è possibile ricreare un dente veramente naturale. Ecco i  7 elementi  per l’Estetica del Sorriso

1)Il Colore e la Luminosità

2)La forma

3)L’armonia tra le forme

4)la Simmetria

5)Le proporzioni

6)L’Allineamento dentario

  1. La linea del sorriso e l’effetto incisale

E’ importante fare una diagnosi  della situazione attuale ed in base ai criteri elencati si può disegnare un piano correttivo atto a ripristinare il più possibile  gli elementi ideali in considerazione dei desideri del paziente. realizzando anche una prova che può essere fatta in bocca con mascherine provvisorie per pi passare alla fase definitiva. Voglio ricordare che oggi i materiali sono sempre più estetici e biocompatibili: dalle resine composite che sono ormai un mix tra resina e ceramica con caratteristiche di entrambi i materiali che trovano delle indicazioni di elezione per alcuni restauri, alla  zirconia una speciale ceramica resistente che sostituisce in alcune situazioni il metallo nobile lega aurea, coniugando resistenza meccanica ed estetica .Poi ci sono ceramiche estetiche con le quali si riesce a simulare il dente naturale anzi. hanno il vantaggio di non ingiallirsi e quindi possiamo essere sempre più conservativi della struttura dentaria realizzando  faccette finanche di 0,4 mm di spessore  irruvidendo appena lo smalto senza quasi intaccare il dente. oppure  faccette addizionali per motivi correttivi estetici che si appongono al dente senza limarlo. Voglio infine ricordare, che anche l’ausilio dell’ortodonzia può favorire l’allineamento anche con piccoli movimenti dentari programmati con due o tre mascherine trasparenti che li spostano nella posizione desiderata .

Ringraziamo il Dott. Giuseppe Aronna per la chiarezza delle sue spiegazioni e per la sua specializzazione utile, non solo per la cura dei nostri denti ma per sentirci più belli e vincenti nella vita grazie al nostro nuovo sorriso. Nel prossimo incontro parleremo dello Sbiancamento Energy un’altra importante novità firmata  Giuseppe Aronna.