Home » Buono a sapersi » SME UP POWER ERP: LA POTENZIALITA’ DELLE IMPRESE ITALIANE

SME UP POWER ERP: LA POTENZIALITA’ DELLE IMPRESE ITALIANE

Investire in produttività, accelerare i processi di business, innovare. Le aziende italiane sono chiamate ad affrontare profondi cambiamenti per sfidare e vincere i mercati nazionali e internazionali. Sme.UP, gruppo specializzato nella risoluzione delle complessità di business moderno, ha presentato il 25 novembre alle 15.30, a Villa Campari in viale Fratelli Casiraghi 180 a Sesto San Giovanni (MI):Power ERP,un pomeriggio tutto dedicato alla scoperta delle potenzialità di business ancora inespresso delle imprese italiane.

 

A partire dall’ingresso del web in azienda, con Web.UP 3.0: il portale diretto per l’accesso ai processi di business che trasforma le attività aziendali in applicazioni Web e Mobile, semplificando e velocizzando le attività. E ancora: le Soluzioni Applicative che integrano soluzioni e funzionalità, con sistemi che creano valore in breve tempo, o il Cloud Computing per dare “potenza” alle aziende che intendono mettere in atto strumenti di backup o disasterrecovery.

 

Dopotutto, nei prossimi mesi – fa sapere l’osservatorio del Politecnico di Milano – un’impresa su tre consentirà ai propri dipendenti di usare device personali per scopi lavorativi, puntando su portabilità, accessibilità e flessibilità. Via libera, dunque, al cloud, agli strumenti che integrano l’email con i social network, e a tutte quelle applicazioni che consentiranno di accedere ai dati aziendali attraverso il Web, per essere connessi ovunque alla propria attività. Fondamentale, dunque, l’Integrazione tra la Domotica e i dati di campo per consentire ad esempio il controllo degli accessi delle vetture in modo sempre più standard ed evoluto.

 

«Entro il 2016, ovvero tra pochissimo, il 50% delle aziende più grandi integrerà al suo interno un sistema social, componente che per il 30% delle imprese sarà addirittura essenziale, come accade oggi per email e telefonate[1]. La vera innovazione, infatti, è sempre fruttodell’integrazione di componenti che già producono valore. Questo cercheremo di far comprendere agli imprenditori che interverranno all’evento.– ha anticipato Silvano Lancini, Presidente di Sme.UP- Dobbiamo modificare il nostro modo di comunicare e collaborare. Dobbiamo aprirci all’innovazione anche se so bene che molti imprenditori ne hanno paura, che in tanti la guardano con sospetto. È naturale: è molto più semplice continuare a lavorare come lo si è sempre fatto, specie se questo sistema consolidato ha portato nel tempo i frutti desiderati. Ma non è questa la via che pagherà in futuro. Adesso non c’è più possibilità di scelta perché l’innovazione non si ferma».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *