Home » Milano a tavola » Piazza Repubblica”: il ristorante anti brunch

Piazza Repubblica”: il ristorante anti brunch

piazza-repubblicaUno chef di alto profilo, una cucina creativa (ed esclusivamente italiana), un ambiente raffinato, ma informale e la professionalità del personale di sala. Questi gli ingredienti del Piazza Repubblica, ristorante nato dalla passione per la cucina dei fratelli Bernasconi: Giorgio, Marco e Matteo, rispettivamente avvocato, architetto e broker assicurativo. Il locale è a pochi passi dalla piazza da cui prende il nome il ristorante. La cucina è guidata  da Pietro Penna, allievo di Sergio Mei, chef del Four Season e maestro delle più famose scuole di Francia. E poi ricercatezza nei dettagli (dal vassoio con sei tipi di sali a quello degli oli). Attenzione maniacale alle materie prime e ai dettami del nutrizionismo, vini pregiati e di nicchia, sono un pallino dei proprietari. E quindi si trova il risotto milanese con sugo d’arrosto, la fregula sarda mantecata, la tartare di tonno, il guanciolo di manzo, lo stuzzico al tartufo. Ed è proprio il tartufo il fiore all’occhiello: già da metà settembre un raffinato ed appagante menu (che prende il nome di “110 e lode”) a base di tartufo, concepito dallo chef Pietro Penna che, con la propria brigata, realizza alcuni piatti semplici che vengono esaltati e sublimati dalla prestigiosa aggiunta del “principe della tavola”. Per i veri amanti “gourmand” è come ascoltare un’orchestra: i singoli sapori non si sovrappongono, ma ognuno di essi fornisce il proprio contributo affinché il risultato finale sia una vera e propria sinfonia. Il ristorante è aperto 7 giorni su 7, anche la domenica, quando propone il “pranzo italiano la domenica a Milano”, un’alternativa al brunch.