Home » Luoghi da visitare » Eataly a Milano: non solo alimentazione ma anche divertimento!

Eataly a Milano: non solo alimentazione ma anche divertimento!

Continuano con successo gli spettacoli in tutti gli store Eataly. Dal 1 al 8 novembre si è svolta un’iniziativa di raccolta fondi allìinsegna dell’italianità. ‘Solidarietà prodotto tipico italiano’ ha visto Eataly schierata a fianco di Cesvi per sostenere la trentennale lotta alla fame dell’associazione e donare un pasto completo ai bambini di strada della Repubblica Democratica del Congo.

eataly smeraldoLa Repubblica Democratica del Congo è un Paese con un tasso di povertà elevatissimo. Nella sola capitale Kinshasa 40.000 bambini vivono per strada a causa di povertà diffusa, disgregazione familiare, perdita dei valori tradizionali e accuse di stregoneria, che inducono le famiglie ad abbandonare i più piccoli. Molti di loro, bambini di soli 5, 6 o 7 anni, sono vittime di abbandono familiare e maltrattamenti e trascorrono la maggior parte del tempo in mezzo alla strada, senza accesso ai servizi di base.

L’obiettivo del Cesvi è quello di identificare questi bambini e avviare insieme a loro un percorso di reinserimento nella società. All’interno della struttura di Cesvi, i bambini ricevono ospitalità, sostegno alimentare con 3 pasti al giorno, assistenza psicosociale, servizi sanitari, educazione e formazione professionale.

Per una settimana, dal 1 al 8 novembre, presso tutti gli store Eataly (Torino, Pinerolo, Monticello, Genova, Milano, Piacenza, Firenze, Roma, Bologna, Bari, Forlì) i clienti hanno potuto trasformare i propri acquisti in un investimento per il futuro del mondo. Donando 1€ nei salvadanai Cesvi posizionati all’interno dei punti vendita, hanno offerto un pasto completo a un bambino del Congo.

A conclusione dell’iniziativa, domenica 8 novembre, presso lo store Eataly Smeraldo (Piazza XXV Aprile 10, Milano), Cesvi ha organizzato “Around the world”, uno spettacolo di ‘sand animation’, una tecnica artistica che consiste nel creare immagini sfruttando la plasticità della sabbia. Ad esibirsi più volte durante la giornata è stata Silvia Emme, la rinomata artista che ha reso la ‘sand animation’ il suo linguaggio universale.

sconosciuto

Silvia Emme crede che l’arte sia un modo per rappresentare un concetto che deve essere alla portata di tutti. L’arte deve essere espressa in maniera semplice, non deve parlare una lingua, ma tutte. A Marzo del 2011, la Sand Animation diventa un lavoro che la porta ad esibirsi riscuotendo successoin molti Paesi. Oggi Silvia è richiesta in tutto il mondo per i suoi spettacoli e la creazione di video tematici. Le sue performance, di grande impatto emotivo, sono richieste anche in ambito televisivo (Silvia ha partecipato a diverse trasmissioni RAI e La7. Molti altri media hanno parlato di lei: D di Repubblica, Il resto del Carlino, Radio DeeJay, TG3, La Stampa). Anche l’artista internazionale MIKA ha pubblicato dei video che Silvia ha realizzato partendo dalle sue canzoni. Uno di questi video, che ha come colonna sonora la canzone ‘Stardust’ fa il giro del mondo e supera le 350.000 visualizzazioni. Nel 2015, Silvia è nel cast della trasmissione KILIMANGIARO SUMMER NIGHTS al fianco di Camila Raznovich e Dario Vergassola in onda dal 5 luglio al 6 settembre in prima serata su RAI TRE.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *