Home » Attualità » CRIMES

CRIMES

copertina-crimesA Simone Di Matteo, il più giovane editore italiano e fondatore dell’Editrice Diamond, si deve molto, o almeno devono molto gli autori che da quasi due anni la Diamond pubblica a proprie spese, senza vincolarli all’acquisto preventivo di copie e senza alcun contributo pubblico. Un puro investimento nella cultura, e nei giovani talenti, quello di Di Matteo, che a differenza di altri editori, più o meno noti, che interessati principalmente al lucro, finiscono per mettere in secondo piano l’aspetto culturale della loro attività. Di Matteo mira e fa centro, con coraggio e determinazione. Il suo è uno spirito ipercritico, a volte indomabile – così lo definisce chi lo ha incrociato sul lavoro – spesso polemico, ma raramente le sue intenzioni si discostano dal proposito della meritocrazia.  “Io non penso troppo, e con questo non voglio dire che i nostri/miei progetti siano campati in aria; è tutto studiato, nei minimi dettagli, ma al pensare troppo, preferisco l’agire. Penso e concretizzo. Non mi piace tergiversare. Se un progetto è realizzabile, confacente al mio scopo e gusto, lo realizzo, costi quel che costi. Gli ostacoli a volte ce li imponiamo da soli.” È proprio il caso di dirlo, in un’Italia che soprattutto nel ramo culturale va a rotoli, senza molti consensi, i giovani che come Di Matteo hanno coraggio e capacità di andare avanti sono davvero pochi. E andrebbero all’uopo stimolati con agevolazioni che di solito non arrivano. “Non mi curo troppo delle critiche e non ho paura di espormi. Il coraggio secondo me è soprattutto questo: imporre le proprie idee con lo stile giusto.”Parole e fatti dunque, così come trapela dalle anticipazioni grafiche del nuovo progetto editoriale marchiato Diamond. Un progetto che si annuncia innovativo e pungente. Crimes è un progetto “foto-poetico” che attraverso singole schede racconta, con immagini e parole, i crimini universali che più o meno da sempre l’uomo perpetra verso i suoi simili, o verso i suoi “piccoli fratelli”, siano essi animali o piante. “Questo è il nostro/mio augurio, l’intento di questo progetto. Sensibilizzare l’attenzione pubblica unendo Arte e Sociale. Non voglio insegnare niente a nessuno, solo invitare le persone a prendere coscienza dei loro diritti ma anche dei loro doveri. Il Diritto è Libertà, ma anche diritto alla Libertà è il dover denunciare chi ingiustamente la sottrae.”Essendo un progetto “foto-poetico” ogni scheda dell’opera ha una funzione binaria. Il fronte di ogni singola scheda verrà occupato da una fotografia “artistica” che si ispira a classici della pittura/scultura di pubblica memoria; questo avrà importanza anche riguardo al bagaglio culturale immenso, che a volte abbiamo dentro di noi ma che troppo facilmente si tende a dimenticare. Nel retro di ogni scheda ci sarà invece un breve intervento sull’argomento immortalato dalla foto. Ecco l’elenco di alcuni dei crimini che verranno trattati in Crimes: Martirio; Omertà; Pedofilia; Genocidio; Violenza sulle donne; Sfruttamento; Violenza sugli animali; Xenofobia; Pena di morte; Accanimento terapeutico; Fame nel mondo; Censura; Disastri ambientali“L’idea di questo libro inchiesta nasce perché ci sono tante, forse troppe cose che non andrebbero dimenticate, né soffocate nell’indifferenza. Ed io ho sempre lottato nel mio piccolo affinché ciò non avvenisse. Questo progetto, che quasi funge da catalogo, rappresenta il mio piccolo mondo di speranze, ma vorrei altresì che ciò sia monito per tutti quelli che si troveranno a sfogliarlo.”Un progetto direi, per concludere, che intende scucire le bocche degli indifferenti. I testi in lingua italiana saranno affiancati dalla traduzione in inglese per rendere l’opera a portata più ampia.Il progetto è ideato da Simone Di Matteo e si avvale per la sua realizzazione dell’intero staff tecnico e organizzativo della Diamond Editrice.Il tutto patrocinato dal dipartimento di diritto internazionale umanitario di Croce Rossa Italiana.