Home » Rubriche » Medicina Estetica » Donna » Alimentazione » cibo e depressione

cibo e depressione

cibo-e-depressione-psicologia-per-dimagrireIl pincipale responsabile della depressione è una molecola che viene prodotta dai neuroni, la serotonina, che nel caso di una sua carenza  causa appunto uno stato di prostrazione, che va a colpire l’intero organismo. E’ risaputo che per stimolare la produzione di serotonina , oltre ai farmaci, esiste anche il rapporto con il cibo: per esempio , l’apporto di zuccheri semplici ne facilita la produzione nei soggetti depressi. Tuttavia, nei cibi sani, come il pesce e la verdura vi è il contenuto in assoluto più alto in percentuale di nutrienti senza incappare nel diabete né eccedere nelle calorie. La frutta, come anche la frutta secca, è ricca di vitamine C ed E, ottimi antiossidanti per rallentare la formazione dei radicali liberi, migliorando sia il tono dell’umore che l’invecchiamento cerebrale. Tutta la verdura: asparagi; indivia; spinaci; patate; bieta; pomodori; cavolfiore;peperoni; lattuga; melanzane; radicchio; valeriana; finocchi ; rapanelli;carote,sono utili anche per agevolare il sonno. Il pesce, così ricco in Omega 3, è utile anche contro la depressione , oltre che come protezione per il sistema cardiocircolatorio e immunitario. Inoltre, attenzione, perché troppe proteine tendono a ridurre la serotonina! Importanza fondamentale anche al triptofano!!Sostanza del cervello che si trasforma nella serotonina, ma se vi è carenza delle vitamine C, B3 e B6, questo processo non avviene e si ha depressione. La vitamina  B3 si può trovare  in : orzo , grano , legumi, pomodori, latte, fomraggi, patate, pesce ; la B6, nel latte; nei cereali, nelle patate e nel pesce. Un’alimentazione variegata e ricca è sempre consigliabile.