Home » Rubriche » Medicina Estetica » Donna » Bellezza » CAPELLI da favola

CAPELLI da favola

favolaIdratare e nutrire :è quello che preme a tutte noi ma occorre sapere che va fatto nel modo giusto; bisogna innanzitutto ricostituire il film idrolipidico naturale o similare intorno al capello e ricreare l’ambiente acido di cui è composto il capello. Per questo a volte lavarli troppo o con shampoo troppo aggressivi può danneggiare i capelli e invece bisognerebbe cercare prodotti il più possibile acidificanti . Caldo: è nemico dei capelli perché se è vero che non ci possiamo lavare i capelli con l’acqua fredda, è anche vero che tra phon e acqua calda il capello ne soffre e l’acqua fredda invece chiude le squame , aiutando a mantenere il capello più protetto da agenti esterni e più lucido. Aria :fa bene ai capelli? Si e no: è vero che è preferibile lasciarli asciugare al vento piuttosto che sottoporli ad ore di stressanti colpi di spazzola e phon, ma non alle correnti d’aria perché si stresserebbero comunque, magari spezzandosi. Asciugamano con delicatezza e poi all’aria ma solo se fa molto caldo. Pettine e spazzola: pettine a denti larghi piuttosto che stretti ormai lo sappiamo, ma anche che non si pettinano più sotto la doccia perché i capelli bagnati si spezzano lo sappiamo proprio tutte? Io confesso lo faccio ancora..E la mitologia sulla spazzola chi la conosce? Ecco la soluzione: spazzole con setole morbide, a più colpi per liberare i capelli, ma coccolandoli evitando quelle in acciaio a setole larghe, come per il pettine. Acconciature: usare minime quantità di prodotti styling per non rovinare i capelli e lasciarli liberi il più possibile sfruttando i momenti glamour della moda ‘capelli selvaggi’ . Per evitare che si spezzino, dormi con le trecce come le protagoniste del vecchio telefilm ‘La casa nella prateria’ –per chi se lo ricorda , ovviamente.