Home » Attualità » Birra nei capelli

Birra nei capelli

Lavare i capelli con la birra è un rimedio tanto antico quanto efficace. Soprattutto se avete delle ciocche spente e prive di vita, questo lavaggio «alcolico» può rendere loro il volume e la lucentezza di una volta, grazie alle sostanze nutritive contenute nella bevanda. E uno dei bonus da non trascurare è il prezzo, molto più economico rispetto ai tantissimi prodotti per capelli in commercio al momento. Se non avete mai provato e volete iniziare, ecco come procedere. Aprite la bottiglia o la lattina di birra la sera e lasciatela riposare fino all’indomani, in modo che il gas e l’alcol evaporino e la temperatura diventi tiepida. Il giorno dopo, prima di cominciare, lavate i capelli con il vostro consueto shampoo per rimuovere l’eventuale sporco e la polvere accumulata dall’ultimo lavaggio. Potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale alla birra per darle un buon profumo; l’ideale sarebbe un olio alle erbe o agli agrumi, rosmarino, limone o bergamotto. Versate il contenuto della lattina in una ciotola e immergetevi prima le punte ancora umide dei vostri capelli, poi versate pure il resto sulla chioma e massaggiate delicatamente tutta la cute. Oltre a combattere le doppie punte, la birra stimola le radici dei capelli incoraggiandone la crescita. Lasciate agire la «pozione» per circa 10-15 minuti, poi risciacquate bene con acqua calda. Finite con qualche secondo di acqua fredda, che vi consentirà di mantenere la lucentezza e la morbidezza più a lungo. Ripetete una o due volte al mese. Cover Media