Home » Luoghi da visitare » Alla scoperta delle Cantine del Canton Ticino

Alla scoperta delle Cantine del Canton Ticino

brissagookIl Mendrisiotto e Basso Ceresio, storicamente è terra d’artisti e d’architetti famosi che hanno operato in patria e all’estero: Francesco Borromini, Carlo Maderno, Mario Botta, gli scultori Vincenzo Vela e Remo Rossi, il poeta Francesco Chiesa e Alberto Nessi. Ma c’è anche un angolo di Toscana in Svizzera: è la regione del Mendrisiotto per la sua quieta serenità, i paesaggi ariosi, le dolci colline popolate di case e di coltivi. Si estende tra pianure verdeggianti, colline, boschi, lago, villaggi arroccati con sponde soleggiate e terrazzamenti con vitigni, che da origine a bottiglie di ottime qualità. Situata tra il Monte San Giorgio, nel 2003 è stato dichiarato “Patrimonio mondiale dell’Umanità dell’Unesco e il Monte Generoso, la montagna regina. Il vitigno più coltivato, da oltre 100 anni, è il Merlot, ricercato che fa ottima figura nei concorsi, nelle guide specializzate, nei ristoranti rinomati, e un vitigno di origine bordolese, che oggi rappresenta più dell’80% della superficie viticola cantonale. Il vino Merlot viene  commercializzato quasi esclusivamente in purezza, un dato che costituisce un primato forse a livello mondiale. Si ottengono vini giovani, gradevoli, anche bianchi, rosati e spumanti, sia importanti vini rossi da invecchiamento.Di recente si è svolto una visita alle Cantine del Canton Ticino, organizzata Ticinowine rappresentato da Francesco Tettamanti, enologo, direttore di Ticinowine,  accompagnato da Nadia Fontana Lupi, direttrice dell’Ente del Turismo di Mendrisio, nonché membro del CdA di Ticino Turismo. Prima tappa a Mendrisio, visita alle storiche cantine  F.lli Valsangiacomo, Uberto è anche presidente di Ticinowine. L’azienda Valsangiacomo nasce nel 1831, a partire dal 1900 si specializza nella produzione assumendo un ruolo di protagonista nell’ambito della vitivinicoltura e del Canton Ticino. La conduzione e la gestione dell’attività, giunta alla sesta generazione, resta di carattere famigliare. Produce diverse tipologie di vino, alcuni prodotti in quantità molto limitata o addirittura solo in annate eccezionali. Le strutture sono visitabili su appuntamento ed i suggestivi spazi permettono di organizzare eventi, manifestazioni e cene. (www.valswine.ch). Sempre a Mendrisio la cantina di Brivio e Gialdi, l’azienda è stata fondata nel 1953 da Guglielmo Gialdi, attualmente è diretta dal figlio Feliciano. Nata come commercio di vini di importazione, si sviluppa in seguito in azienda di produzione di vini ticinesi (www.gialdi.ch). Per Brivio, invece, alla fine degli anni Ottanta ritira una vecchia cantina, e successivamente venne ristrutturata completamente. (www.brivio.ch). Al Wine Shop di Gialdi e Brivio, in esposizione permanente 20 opere dell’artista Leonardo Pecoraro, ispirate ai vini dell’azienda, realizzate con una tecnica originale: linoleografia unita con la pittura ad olio. Pittore, incisore, mosaicista e scultore. Vive e lavora tra i Cantoni Ticino e Berna. A Ligornetto, visita delle cantine Vinattieri Ticinesi, Luigi Zanini Senior e Jr, fondata nel 1985. L’azienda gestisce circa 47 ettari di vigneti. All’interno della struttura, il “Tempio del Vino”, progettata dal proprietario. (www.zanini.ch.). Quarta tappa nella Tenuta Montalbano, l’azienda viticola nasce nel 1962 sull’incantevole collina omonima nel comune di San Giorgio di Stabio, di proprietà della Cantina Sociale Mendrisio, Piercarlo Saglini e Remo Tettamanti. Nasce nel 1949 in una terra dalla forte tradizione viti-vinicola. In azienda è possibile organizzare incontri,

manifestazioni, conferenze. (www.cantinemendrisio.ch). A Lugano, la Fattoria Moncucchetto (nuova cantina firmata Mario Botta), Lisetta Lucchini e Cristina Monico (www.moncucchetto.ch). A Gordola in Val Verzasca, Cantina Carrara, di Graziano, è a conduzione famigliare, situata in posizione panoramica. (www.cantinacarrara.ch). Un mondo da scoprire grazie ad eventi ed escursioni guidate da cantina a cantina, per capire come dall’uva nascono le grandi bottiglie del Canton Ticino.